mercoledì 18 febbraio 2009

Aria di crisi, e l'ingresso alla Triennale Bovisa diventa gratuito!


MILANO - La parola magica è «free»: libero, ma anche gratuito. Un «bollino» euforizzante con cui la Triennale Bovisa risponde alla crisi dei consumi — anche se indagini recenti a livello europeo sostengono che la cultura, dall'editoria al cinema, se la cavi meglio del resto. Per la prima volta, e per tutto il 2009, le mostre allestite nei 1.500 metri quadri di via Lambruschini e le iniziative collaterali saranno a ingresso libero.


Si comincia con l'artista cinese Hsiao Chin, 100 dipinti a olio o acrilico creati in 53 anni di attività artistica.

Buon divertimento, alla Triennale Bovisa
il sito ufficiale di Hsiao Chin

0 commenti:

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com