domenica 28 dicembre 2008

Cancelleremo le parole - Nathalie Debruyne


Un giorno
impareranno delle parole
che stenteranno a capire.
I bambini dell'India domanderanno:
"Che cos'è la fame?"
I bambini dell'Alabama chiederanno:
"Cos'è la segregazione razziale?"
I bambini di Hiroshima
diranno meravigliati:
"Cos'è la guerra atomica?"
E i bambini delle scuole
porranno la domanda:
"Cos'è la guerra?"
E tu risponderai, dicendo:
"Sono parole in disuso,
come le diligenze,
le galere o la schiavitù.
Parole che non significano più nulla.
Perciò sono state cancellate dal dizionario"



Quando la mattina scendi di casa
e nella cassetta della posta trovi un messaggio di pace.

Qualcuno potrebbe non essere d'accordo
ché la memoria è la cosa che può salvarci
dal ripetere le brutture degli uomini
ma se fosse possibile dimenticarle, queste brutture
dimenticare il dolore che hanno causato
dimenticare le crudeltà, le pene, le ingiustizie
allora potremmo inventarci un mondo migliore
a cuore libero
con uno spirito nuovo.

0 commenti:

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com