mercoledì 21 maggio 2008

come un sasso


la noia spaventa così tanto
perché ci accorgiamo
del vuoto

a volte teniamo la musica alta
per non ascoltare i pensieri

ferma
con le dita appoggiate sulla tastiera
paralizzata dalla noia
e dalla musica alta

non ho il coraggio
di guardarmi in faccia
perché tutto sommato ogni cosa è a suo posto
però
mi han detto una volta
che come fotografa
sono brava a beccare il complessivo
ma carente nel dettaglio

e forse sono un po' così anche nella vita
va tutto bene
è tutto così bello e allegro
ma se cerco di catturare il particolare
su cui potrei lavorare
per renderlo perfetto
coglierlo appieno
mi fermo un passo prima

perché?

potrei/dovrei
lavorare più alacremente
spendere il mio tempo e il mio denaro ancora meglio
senza far finta che i soldi e i minuti siano infiniti
esercitarmi sulle cose che mi riescono bene
esercitarmi su quelle che non mi riescono affatto
fare foto più serie
scrivere post più seri
leggere il giornale
osservare di più il mio amore
fargli più domande (sì, sto parlando con te!)
smettere di mangiare porcate

che differenza c'è tra il dire "non ho voglia" e "non voglio"?
si può davvero dire "non riesco"?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Se non è indispensabile per la sopravvivenza, non perdere tempo a cercare di migliorare nelle cose che non sai fare o che non fai bene. non c'è tempo abbastanza. Concentrati su quelle indispensabili e che riescono beneper fare ancora meglio. Il resto è tempo sprecato. non si può fare tutto e soprattutto NON C'E' TEMPO. Mà.

tascabile ha detto...

concordo con la mamma. è pure frustrante.

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com