martedì 11 marzo 2008

Giri per il web...


...i Maestrini mi hanno insegnato a essere curiosa del web. Perché la rete è un mondo infinito, e lo sappiamo.
Ma, cosa che non tutti sanno, è un mondo dove ci si imbatte in persone meravigliose, curiose, interessanti, belle.
Sul web si trova gente che la pensa come noi, gente che fa il nostro stesso lavoro, gente con cui collaborare o far crescere una bella amicizia.

Fino a qualche anno fa per me web voleva dire solo chat, e chat voleva dire popolo di broccoloni che se vedevano un nick femminile si presentavano molto galantemente con un questionario su misure di seno, vita, fianchi, colore dei capelli, disponibilità sessuale.

Ora con le chat non ci gioco più, e giro per i blog linkati da altri bloggers, linkati da siti, linkati ancora da altri bloggers.

E si trova di tutto, si trova qualcuno che ti educa, qualcuno che ti informa, che ti incuriosisce, che ti insegna o fa ridere, riflettere, innamorare.

Sono tanti i blog che seguo ogni giorno. E ogni giorno giro anche su Flickr, che da un po' chiamo casa.

Così oggi ho trovato questa splendida foto.
Talmente intensa che ve la voglio mostrare.
Talmente rappresentativa del mio stato d'animo che non servono altre parole.
Talmente bella che oggi sarà lo sfondo del mio desk.

p.s. proprio non mi raccapezzolo: ma quelle mani le conosco? ;-)

5 commenti:

tascabile ha detto...

mi sono trovata linkata in questo post. ma soprattutto mi sono trovata d'accordo. anche per me interntet era luogo di perdizione e si è trasformato in una risorsa di persone, idee, informazioni, immagini, conoscenze eccetera.
faccio un po' fatica a stargli dietro per via dei tanti impegni, ma mi piace sempre perdermi in chiacchiere con i miei amici virtuali e leggerne i post, guardarne le foto, mentre sbircio notizie, video... eheheh...
ciao bella, un bacino

Kika ha detto...

bacino anche a te, 15 till I die!!!!!

rigelblue ha detto...

Anch'io spesso penso a com'è maturata la mia fruizione della rete, stessi passaggi, dalle chat al cazzeggio (quello non si abbandona mai) fino ai blog, il mio step attuale. Mi piace accarezzare i pensieri degli altri e provare emozioni - a volte anche forti - attraverso questo mezzo di comunicazione potentissimo.

Kika ha detto...

:-) ecco, le emozioni sono la cosa che cerchiamo più di tutte, secondo me. sei d'accordo? :-)

yeridiani ha detto...

Sono moderatamente d'accordo con l'analisi.
Non sono un genio della Rete ma sto in Rete da quando c'è la Rete, quindi "mi" fido molto della mia esperienza.
Maestrini..
Mbe io ho una Cartella nel mio Browser che si chiama appunto "Maestrini" dove sono infilati i blog interessanti che ho trovato. La cosa notevole è che buona parte di questi Blog sono linkati nel sito "Maestrini"..
Le Chat
Non è un uso maldestro della Rete ma semplicemente una delle opportunità. C'è chi non sa neanche che esistono (sempre più difficile ormai..), chi ne è uscito perchè era logico passarci e chi non ne uscirà più.
Anzi.. ci sono nuove generazioni che adorano l'arcaica rete IRC esattamente con lo stesso spirito di chi fabbrica e vende con profitto (mi dicono..) i dischi in vinile.
I Blog hanno un limite di natura squisitamente umana e per certi versi sociale.La differenza fra il Blog e le Chat è la stessa fra il Tennis e Calcetto: nei primi non c'è contatto.
Questo provoca la creazione e la morte precoce di migliaia di blog. Ci vuole un'anima cazzuta per parlare per anni ad un monitor e quindi a se stessi.
Facciamo un esempio.
Io sono intelligente e persino saggio e scrivo ovviamente cose intelligenti. C'è solo un piccolo problema, non sono "allineato" intellettualmente e culturalmente con quasi tutti i blog che frequento (specialmente quello di Mafe..) . La ragione è semplice ed evidentemente si nota: ho il doppio degli anni di quegli utenti.
Frequentare i blog dei miei coetanei non se ne parla proprio..(laddove sono in Rete e sappiano cos'è un blog..).
Quindi non arrivano mail.. e rarissimamente risposte.
Ci vuole il "fisico" per resistere.
Infatti ogni tanto mi vado a fare il pieno di Umanità in qualche canale IRC.
(dove peraltro entro facilmente in rotta di collisione con quelli "delle misure" tipo celloduro45..) per evidenti incompatibilità mentali..

La foto..
C'è tutto il candore di una certa femminilità su quella foto.
E c'è anche un lato della psicologia femminile che avrei volto sapere quando era "utile" saperlo .. a proposito di mani.
Ci credo che conosci quelle mani e ci credo che ti piaciono.. sono quelle di un Dio (ed hanno 400 anni..) Le ha pensate Bernini che era uno che di Corpi se ne intendeva.
IL Ratto di Proserpina Galleria Borghese.


http://www.latinomedia.it/proserpina/bernini1.htm

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com