domenica 17 febbraio 2008

9/10/2001 - parole di una Kika antika

...e poi mi domando
guardando ai giorni in cui il sole splendeva
nella rugiada dell'alba
quando le nuvole sussurravano
canti di mondi lontani
e le foglie secche ad ogni passo
sembravano crepitare di risate flebili
e le fate danzavano sui fili d'erba

mi domando se davvero la vita
è uno specchio
che ti sorride
se la guardi sorridendo

il sole è soltanto una commovente sfera d'acciaio
e le nuvole sono mute
e le foglie cadono come lacrime roventi
le fate sono morte

ho qualcosa dentro il cuore
ormai so
che anche se sei qui
sei già lontano

e la ragione non può
dominare
la passione
il mio cuore
che non si rassegna
al fallimento


Sì, Kika. Il cuore guarisce. Si impara a sorridere. Si dimentica in fretta a quell'età. Più che altro è fissazione, quando ci si incaponisce nel dolore, e si scava, per sentire quanto a fondo si può arrivare.

Non avere più paura
del dolore
che la vita splende
se tu la fai splendere.

2 commenti:

Silvren ha detto...

Tu sei viva. Sai perché? Perché il Movimento è Vita.
La Staticità è Morte.

E la tua personalità, il tuo spirito, la tua mente chiamalo come vuoi, si sta evolvendo si muove. Ottimo!!!

In conclusione sei una bella ragazza, sia dentro che fuori.

P.S.: Allora!!! Ma quando vai all'Enosud? Ho già detto hai miei amici che volevo fargli conoscere una bella persona ;)

Kika ha detto...

accipigna! sono pirla! giovedi notte sono stata male e avevo il pensiero che venerdi non sarei riuscita ad andare a lavorare all'Eno, e invece alla fine sì!

Secondo me, venerdi prossimo ci sono, perché è il giorno in cui lavoro di solito. In ogni caso ti avviso, promesso!

Grazie, le tue parole sono belle e mi fanno sentire bene, il che non guasta perché è proprio ciò di cui ho bisogno adesso! Che la vita è bella, e non si spreca! Vero???
:-)

Grande abbraccio, a presto!

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com