domenica 20 gennaio 2008

Le notti bianche

Le notti tutte da respirare, le notti dal freddo acuto, il fiato si disfa in sbuffi di nuvola, un abbraccio casuale diventa la cosa più preziosa, le guance rosse, il berretto calato sulla testa, la musica nelle orecchie, energia nelle gambe, brividi di emozione.

Le notti silenziose, le notti di pace, di silenzi e carezze, di romanticismo e sospiri.

Le notti caotiche, qualsiasi pretesto è buono per ridere, a ballare con gli amici, a improvvisarsi adulti con le anche flessuose e gli strusciamenti. E ridere, ancora ridere perché ci si guarda in faccia e ci si ritrova goffi e un po' bambini.

Le notti stanche, in cui non si desidera altro che giungere sani e salvi al giorno dopo. Notti esauste, litigiose, travagliate, cattive.

Le notti all'aperto. A guardare le stelle col naso per aria e l'erba sotto la schiena, i rumori del bosco, ogni fruscio è un mistero. Un fuoco ipnotico, due amiche fianco a fianco abbracciate e pensierose.

Le notti chiare, dal cielo rosa, mi fermo a guardare e ad ascoltare il silenzio dolce della neve che cade.

Le notti musicali, le notti di solitudine, le notti di festa, le notti di litigi e scleri.
Le mie notti. Che amo tutte, una per una.

1 commenti:

Anonimo ha detto...

:-*

a.

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com