giovedì 6 dicembre 2007

Tanti auguri a me, tanti auguri a me.

Ok, ok, pacca sulla spalla per il merito di essere nata in questo giorno.
Ok, se da una parte riesco a ignorare deliberatamente o non i compleanni degli amici, dall'altra adoro quando mi si festeggia. Ma anche se non mi si festeggia, adoro lo stesso.

Sono ventiquattro, questa volta. E prossimo anno, quarto di secolo.

Posso ancora permettermi di piagnucolare, di non assumermi responsabilità, di delegare gli altri per cose che dovrei fare io?
Posso ancora vestirmi come una ragazzina e dire parolacce e scompormi?
Posso ancora correre dalla mamma quando sto male, quando sono giù, quando non trovo soluzioni?
Posso ancora pensare di essere in tempo per rimettermi a studiare?
Posso ancora scialacquare i miei pochi spicci in libri di illustrazioni e perline?

Oppure è ora di diventare grandi?

Mah. Secondo me va bene così.
Considerando poi, che c'è gente che a 40 anni non è ancora cresciuta, e che io, più o meno, sto vivendo come mi piace, senza eccessi, dedicando il mio tempo libero a cari amici e a belle creatività, allora sì, mi dico che va bene così.

Non voglio impigrirmi, fermarmi, "sedermi sugli allori" (che, secondo me, se ti ci sedessi veramente, un po' ti pungeresti le chiappette): ci sono ancora tante cose di me su cui lavorare. Ma, ecco.

Oggi è un giorno di festa, e io sono festaiola.
Punto.
:-)

1 commenti:

tascabile ha detto...

auguri piccola kika!!!
e no, non è assolutamente arrivato il momento di crescere, maffigurati! c'è sempre tempo per quello!

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com