mercoledì 12 dicembre 2007

...e se...

...e se morissi domani, per cause misteriose, probabilmente la scientifica troverebbe i mostri in casa mia.
Sempre che la scientifica si interessi dei miei mostri.

Cumuli di roba da lavare, cumuli di roba da stirare.
Frigo pieno, cuore vuoto.
Disegni, skarabocchi, cenere e mozziconi di sigaretta negli angoli.
Polvere, tonnellate di polvere.
Lettere d'amore, cazzate delle scuole medie, un diario pieno di confessioni, ancora polvere.
Libri mai letti e mai restituiti, altri strasottolineati e amati più e più volte.
Pennelli induriti, barattoli di brillantini, un computer pieno di foto.

E allora mi chiedo: in previsione di un qualsiasi imprevisto (giochino di parole), uno dovrebbe sempre essere pulito, impeccabile, ordinatissimo, incorruttibile, decente?

Oppure faccio meglio a fregarmene, essere fatalista e tenere la casa in ordine solo per piacere personale?

(E tu, perché non mi scrivi?)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

gill grissom ci andrebbe a nozze. raccoglierebbe tutto nelle sue buste di plastica sigillate e si porterebbe tutto in laboratorio... per poi scoprire che sei una persona come tante, con i suoi limiti e le sue paure, ma anche un po' speciale, se non altro per la testardaggine con cui insisti a cercare cambiare certe cose... o almeno a sperare, invano, che cambino. Mà

kika ha detto...

:-)

The king of Moster ha detto...

Ciaooo!!!! Mostra!!!

tascabile ha detto...

io spero di morire almeno depilata, sennò sai che figura... me ne andrei proprio col mio solito stile :)

kika ha detto...

AHAHAHAHAHAHAHAAHAHA
E io con i calzini senza buchi e la mia migliore biancheria intima.
Tò, vado a morire, mi vesto a festa.

AHAHAH

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com