martedì 13 novembre 2007

Una riflessione del dopo-lavoro

...e va bene, hai qualche anno più di me.
E va bene, agli anziani bisogna portare rispetto. ;-)

Il discorso potrebbe dividersi per due strade, ma ne sceglierò una soltanto.
La prima, è quella che parla del caso in cui io, giovane, incontro umano meno giovane, che si rivela un grandissimo coglione. E allora, dopo averlo ascoltato col rispetto che si deve, posso cominciare a litigarci o andarmene, fottendomene della sua età e punto. Nessuno può dirmi che sono stata maleducata o rimproverarmi qualche mancanza.
L'altra è più easy: hai più anni di me, ma fondamentalmente, cos'è che ci differenzia davvero? Che tu hai avuto più vita di me per una questione temporale: hai alle spalle un maggior numero di amori, una gran quantità di litigate e momenti felici, una sfliza di figure di merda, gaffes, scivolate.

Sì, lo so, ci sono le sfumature, e sono anche notevoli. Non sto cercando di ridurre tutto a un concetto banale. Tu, per esempio, hai avuto tre splendidi figli, e uno di questi, purtroppo, è nato fragile. E tu, invece, sei stata sposata, e di figli non ne hai mai voluto sapere. Tu sei rimasto orfano da piccolo, tu hai avuto una famiglia turbolenta. Va bene.

E' vero anche che non sono gli eventi passati a governarci, ma è il modo in cui li abbiamo affrontati ad aver fatto di noi ciò che siamo. E magari tu, sì, anche tu, hai vissuto con la mamma fino ai quarant'anni, senza mai uscire, trovarti un uomo decente, vivere la vita che meritavi.
C'è di tutto nel mondo.
Ed è per questo che, a priori, respingo il preconcetto di dovere del rispetto a chiunque sia più anziano.

Io, il rispetto, lo dò a tutti, belli e brutti.

Poi, è tutto ciò che segue a creare una relazione, positiva o no.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

WOW. che succede? Mà

Kika ha detto...

niente di particolare. :-) ho avuto l'ispirazione ieri sera in un momento di cazzeggio e ho scritto questo pensiero :-)

Annarita ha detto...

Hai ragione. Il rispetto verso tutti, a prescindere dall'età, dal sesso, dalla razza e dalla religione. A patto che la cosa sia reciproca. Altrimenti si stende un bel velo d'indifferenza e si ignora il maleducato di turno, nei limiti del possibile ;-)

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com