lunedì 4 giugno 2007

Il Cavaliere Rosso nella mia Notte Bianca


Quando Milano è in festa, vale la pena uscire di casa, perché è facile imbattersi in piacevoli sorprese. Tendenzialmente io mi innamoro di qualunque uomo che abbia i capelli lunghi, un sorriso allegro e un cavallo sotto al sedere. E per cavallo intendo anche una bella moto.

Ed ecco che mentre cammino in corso Buenos Aires, chiuso alla circolazione delle macchine per la Notte Bianca, passa al galoppo Cavaliere Rosso. Ed eccomi completamente cotta.

Lui, ovviamente, non mi ha nemmeno vista. Ma in quei duecento metri di spiazzo dove il mio Principe galoppava avanti e indietro assieme ai suoi cavalieri, con l'elmo sotto braccio e un'eleganza incomparabile, io ho ritrovato l'emozione del colpo di fulmine.

Naturalmente l'ho bombardato di sguardi e fotografie, per poterlo imprimere nella mia memoria e nella pellicola, per non dimenticarlo mai.

E poi ho pensato che un umano non deve mica per forza nascere bello secondo i canoni dell'epoca. La bellezza viene davvero dal modo in cui ci si pone verso il mondo. La bellezza sta nell'allegria, nel godere della vita e rispettarla e amarla. E per me, il mio bel Cavaliere Rosso è diventato lo stereotipo dell'uomo ideale: che ama gli animali, che ama giocare, che ride..e basta.

Mi basta questo!
:-)

9 commenti:

Selene ha detto...

Niente male davvero!

Ciao ciao.
Selene

kika ha detto...

Già. Questa è una delle cose belle della vita: rimanere abbagliata da una visione splendida e non volerla mai pù dimenticare....
:-)

ciao selene e grazie!

Anonimo ha detto...

il colpo d'occhio è notevole... però visto un po' piu da vicino... sei proprio sicura?

kika ha detto...

caro anonimo, il bello di questi colpi di fulmine sono le emozioni.. :-) magari visto da vicino, come dici tu, è brufoloso, ma alla fine...che importa? ;-)

Annarella ha detto...

Una visione ed un'emozione. Non importa se sia perfetto o lo si ammazzerebbe conoscendolo. Ma e' un'emozione e, pertanto, qualcosa di sacro :D

kika ha detto...

grazie annarella. mi son proprio sentita una damigella palpitante, e ho capito il perchè di tutto questo fascino. stava tutto nel portamento e nel sorriso. che meraviglia! e inoltre, ogni volta che riguardo queste foto, è come se tornassi lì, in piedi di fronte a lui, piccola, fulminata. sto esagerando? di solito non mi succede, ma più ci penso e... più ci penso! :-)

mari ha detto...

Ciao Bella Kika,
certo che si deve essere abbagliate dalle cose belle e tu sei stupenda perchè sei spontanea.

posta ancora le bellezze ontehroad

:-)
bacino
la mari

kika ha detto...

iiih grazie mari, mi hai detto una cosa bellissima, e ne avevo proprio bisogno ;-)

presto, prestissimo altre bellezze on the road per i miei cari amici del web e non!

un bacino a te, mari
:-)

zio Gil ha detto...

Prendo appunti.

Intanto condivido l'attitudine ai colpi di fulmine vissuti così, anche se io a far foto seriali a una principessa finirei arrestato.

A chiosa di tutto questo, Milano è una figata.

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com