giovedì 3 maggio 2007

Erbe selvatiche a tavola...gnam gnam!

C'è una varietà infinita di erbe e piante selvatiche di cui noi, uomini moderni, sappiamo ben poco.

Non sappiamo, per esempio, che molte di esse soddisfano il fabbisogno di sostanze meno reperibili negli ortaggi più comuni, e che hanno proprietà depurative e stimolanti. Ma non è solo questione di salute: recuperare alcune ricette tradizionali vuol dire riavvicinarsi al nostro passato, ai nostri antenati, a un rapporto con la natura ormai perduto.

In questa stagione è facile trovare:
- ortica, ricca di proteine e sali minerali
- erba porcellana, depura e controlla il colesterolo
- tarassaco, protegge il fegato e rende la pelle luminosa
- viola mammola, così profumata, nelle insalate è squisita!

L'ortica veniva chiamata anche erba brucia o vendetta della suocera. Ha proprietà diuretiche, depurative, antireumatiche. Le foglie si raccolgono con i guanti, ma perdono le loro proprietà irritanti una volta sbollentate.

Frittata di ortiche
1. Lessare le ortiche, scolarle, strizzarle bene
2. Tritarle, una volta raffreddate, con un po' di prezzemolo
3. Sbattere due o tre uova insieme a formaggio grattugiato, sale e pepe, e unirle al trito
4. Scaldare dell'olio in una padella, versare il composto, e poi saprete anche voi come si gira una frittata! ;-)

Buon appetito!

2 commenti:

Silvren ha detto...

Tutti sanno come si gira una frittata... quello che mi chiedo è perché non scende dal soffitto?!

Visto sono tornato!
Ciauz

kika ha detto...

eheheh mi fai che ridere! bentornato! dove sei stato? mi viene in mente quando fcevo frittate al ristò..alcune, dritte per terra, altre, proprio sul soffitto!! poveretta me! il segreto è un colpo secco col polso, così: hop!
a presto, Silvren!!!
;-)

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com