martedì 27 marzo 2007

Una giornata in mezzo alla natura



Aaah...cosa c'è di meglio di una bella giornata in mezzo al verde? Nulla!

E siccome la salute passa anche dall'umore, e l'umore migliora quando i sensi sono inebriati da colori, profumi, tepore e buoni sapori, allora ecco il mio consiglio:

- prendete il nonno, o il papà, o chi volete, e fateci una bella gita in montagna;
- possibilmente affaticatevi: io ho falciato l'erba (con molta professionalità, potete vedere) e vangato la terra per piantare un pesco, un melo e un ciliegio. Voi potreste fare una bella scarpinata :-)
- portatevi appresso del buon vino, formaggio, frutta, pane e salame;
- sedetevi poi al sole tiepido della primavera, e lasciatevi trasportare.
Dal silenzio, da fruscii, tintinnii, cricrii, cinguettii, e magari da una bella storia.

Eccolo, il segreto della felicità. Stimoli piacevoli, l'affetto di una persona cara, un fiore tra i capelli e aria pura.

Non c'è niente di più vero e semplice di una bucolica domenica di marzo.

Provare per credere!
;-)

Conoscere e amare Valtellina e Valchiavenna

2 commenti:

Silvren ha detto...

Personalmente preferisco le scarpinate... appena ho letto falciare l'erba mi sei subito venuta in mente te con una falce enorme in mano... mi deludi... olio di gomito! Ci vuole la vecchia falce! :)
Anche tu credi che il cibo in montagna abbia un sapore migliore?

Ciao kika

kika - claudiaselv@hotmail.com ha detto...

alcuni dicono che i cibi valtellinesi cambino sapore una volta superato l'adda, il fiume che separa la valtellina da noi..terroni :-)

la falce non l'avevo dietro, ma non sei il primo che mi chiede se ho usato quella. :-) comunque o fatto fatica lo stesso, eh...

un bacio!

p.s. hai già visitato il blog scriveredonna.it? è nuovo nuovo e ha bisogno di fans.. ;-)

a presto!!!

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com