giovedì 29 marzo 2007

Street Art, Sweet Art.



Street Art, Sweet Art
P.A.C.
7 marzo - 9 aprile 2007
via Palestro, 14
20121 - Milano

Il buio delle strade di periferia, o dei tunnel della stazione, erano luogo ideale per i graffitari che, sfidando la legge, giravano tatuando la loro città. Molti brutti disegni, molte opere d'arte. E naturalmente le orde di bigotti non hanno esitato a dar loro l'etichetta di imbrattatori.

Senza distinguere gli
artisti dai vandali.

Oggi invece la loro arte è riconosciuta, valorizzata e amata, e viene esposta al PAC, il Padiglione di Arte Contemporanea di Milano.

Ci sono state anche altre occasioni in cui la città ha regalato spazi alla creatività, dove i writers potessero dare libero sfogo alle bombolette:

- il
quartiere dei Navigli, per esempio, ha dato a disposizione delle grandi tele dove poter pittare in libertà... naturalmente le più belle sono state rubate :-(

- per l'inaugurazione della
Triennale Bovisa sono stati decorati i muri della zona circostante con bellissime gigantografie.

- in
Piazza XXIV Maggio uno dei più famosi writers di Milano, Bros, ha potuto dipingere en plein air, durante una festona per i notturnicoli.

La
mostra organizzata al PAC è un percorso attraverso i lavori di 32 writers, giovani e anziani: installazioni, decorazioni, sculture, esplosioni di colori e geometrie in movimento per esprimere un tipo di arte in movimento, in bilico tra la rabbia e il divertimento, tra strada e spazi istituzionali.

Vere opere d'arte, effimere ed esplosive, da cui traspaiono la creatività e la forza di chi ama pittare senza confini.

da Vivimilano.it
Foto da crazykika: 1 - 2 - 3

0 commenti:

 
 
Copyright © Stelle filanti
Blogger Theme by BloggerThemes Design by Diovo.com